Salta al contenuto
Rss




Chiesa S. Antonio Abate Cimamulera
La chiesa parrocchiale è intitolata a Sant'Antonio Abate. Viene celebrato nel giorno preciso della ricorrenza il 17 gennaio. La giornata inizia con la benedizione del pane nero di segale, proveniente da Coimo.
La messa mattutina in onore del Santo è accompagnata dai canti delle Corali femminile e maschile di Cimamulera, che in questa occasione si riuniscono e che rappresentano un elemento importante della tradizione.
Il Vespro, svolto in forma solenne alle 15.00 del pomeriggio, è seguito da una processione che attraversa la via principale del paese, passando da un punto fisso nel quale viene posizionato un tavolo che funge da posa: La funzione è accompagnata da inni in onore del Santo, dalle litanie e canti in latino. L'incanto delle offerte conclude le celebrazioni religiose.
L'imbonitore incanta le offerte impegnandosi ad ottenere buoni proventi. La giornata si conclude con una tombolata che riunisce molte persone del paese, dai più giovani ai più anziani, nell' edificio delle ex scuole elementari. Le vincite vengono offerte dai parrocchiani di Cimamulera.
Una seconda festa religiosa, celebrata anch'essa in modo solenne, ricorre la prima domenica di luglio: è la festa della Madonna del Rosario. In questa occasione alle manifestazioni religiose si aggiunge un torneo di calcio, seguito da uno spettacolo pirotecnico.
Altre feste che riuniscono i parrocchiani sono San Giuseppe, celebrato nell' Oratorio settecentesco del Santo e la festa San Rocco, celebrata nell'omonimo Oratorio, costruito dai parrocchiani sopravvissuti alla peste del 1585 che aveva ucciso quasi I parrocchiani, il 16 ottobre 1585, riuniti nel lazzaretto di Piedimulera fecero il voto di "erigere, costruire e edificare, nel termine di sei anni, nella terra e luogo di Cimamulera una cappella dedicata ai Santi Rocco, Fabiano e Sebastiano" (dal documento originale conservato nell'archivio di Cimamulera).
Altre feste sono quella della Madonna delle Grazie, celebrata nell'Oratorio in frazione "Madonna" e quella di Santa Lucia, celebrata nella Chiesa Parrocchiale. La tradizione vuole che i cimamuleresi vengano chiamati i "Santui" dopo gli episodi che hanno accompagnato la vicenda dell' eretico Don Grignaschi.
Vissuto nella prima metà dell'800 si riteneva la reincarnazione di Gesù e numerosi furono i suoi discepoli a Cimamulera, in quanto parroco di questo borgo.




Inizio Pagina Comune di PIEDIMULERA (VB) - Sito Ufficiale
Via Moiachina n.2 - 28885 PIEDIMULERA (VB) - Italy
Tel. (+39)0324.83107 - Fax (+39)0324.83579
Codice Fiscale: 00421730037 - Partita IVA: 00421730037
EMail: protocollo@comune.piedimulera.vb.it
Posta Elettronica Certificata: piedimulera@postemailcertificata.it
Web: http://www.comune.piedimulera.vb.it


|