vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Piedimulera appartiene a: Regione Piemonte - Provincia del Verbano Cusio Ossola

Schola Cantorum Cimamulera

Nome Descrizione
Indirizzo Località Piana n.11
Responsabile Fornetti Elena
Storia della “Schola Cantorum Cimamulera”

Nel 1939 un gruppo di uomini e donne si riunirono e cominciarono ad imparare canti di chiesa e la messa “cantate domino” ad una voce di giuseppe oltrasi.
Nel giorno di santa lucia 1940 gli uomini in coro, dietro l’altare e le donne nei banchi cantarono per la prima volta la messa “cantate domino” con il credo.
Il direttore era mario fornetti e l’organista emilia ghinzone (mimi’)
La corale in quella occasione si denomino’ “schola cantorum santa lucia”.
I primi tempi sulla tribuna dell’organo salivano soltanto gli uomini a cantare e solo nelle feste solenni mentre nelle domeniche semplici si formavano i due cori, gli uomini dietro l’altare e le donne nei banchi.
Una delle prime messe a due voci fu la “s. lucia” di bottazzo, poi seguirono la “te deum laudamus” di perosi, la “lauretana” di campodonico, la “capocci”, il “vespro” di perosi, “il magnificat” di perosi molto difficile ma molto bello, il dolce “tantum ergo” di zaninetti, il “tantum ergo” di burroni, il vespro “falsi bordoni” : gli uomini dall’alto cantavano un versetto a due voci e le donne dal basso rispondevano col versetto in gregoriano. poi si arrivo’ alla “messa pontificalis” a tre voci di lorenzo perosi ed in quella occasione si aggiunsero per la prima volta anche le donne sulla tribuna dell’organo.
In seguito gli uomini si concessero qualche anno di pausa e nel contempo si formo’ un piccolo coro solo di ragazze che accompagnavano la messa domenicale con le loro voci bianche.
In seno a questa corale femminile prese vita anche la filodrammatica che, oltre alle recite, in certe serate si esibiva con canti popolari e classici.
filodrammatica e coro si volle chiamare “la serenella”.
Questo gruppo femminile, nonostante avvicendamenti e cambiamenti di elementi e’ sempre stato fedele nell’impegno; ancora in data odierna continua tutte le domeniche ad accompagnare molto bene, sulla tribuna dell’organo, la santa messa.
Il loro repertorio e’ vasto per canti e messe a due voci, sia in italiano che in latino.
alle feste solenni si uniscono anche gli uomini ed allora il coro misto riesce ad essere forte e poderoso.
Il repertorio attuale delle nostre messe (solo donne)
organista Roberto Olzer e direttore Emilia Ghinzone (Mimi’)
Messa del Picchi – Messa Popolare di De Maestri – Messa degli Angeli – Cantate Domino di Oltrasi – Laus Tibi Christe di Caudana – San Tarcisio di Bottazzo – Santa Clara di Bottazzo - Messa della Gioventu’ di De Marchi – Messa dell’immacolata di De Marchi – Sei Grande Nell’amore di Bonfitto Il Repertorio dttuale delle Nostre Messe (coro misto con uomini)
Organista per le prove Simona Guglielmi, organista per la festa Roberto Olzer, direttore Mauro Tagliaferri
Messa S. Lucia di Bottazzo – Messa te Deum Laudamus di Perosi – messa 1° Pontificalis di Perosi – Messa Calasanzio di Ravanello.
Speriamo di poter continuare cosi’ anche per l’avvenire.
aggiornamento 2004